Progetti

Ciascuno dei progetti ottenere un diverso grado di impatto, secondo le esposizioni raggiunti in entrambe showroom come diffusione attraverso i media. Vi preghiamo di contattarci se si desidera organizzare una mostra o una pubblicazione.

Tutte le immagini sono protette da copyright.

Conclusi

Il pensiero delle figure fantastiche (2013)

“Questo lavoro si propone, in quanto arte engagé (socialmente impegnato), fare una critica al pensiero magico, sottomesso o alienato. Ha lo scopo di stimolare domande sul comportamento egoistico e sfuggente, sul fanatismo consumistico e religioso, su quello della nuova era, dei social networks e del mondo sportivo che ci mantengono sospesi in una nube di oppio, allontanandoci dell'essenziale.”

Link           

2070 (2013)

“La natura circostante è un'estensione dei nostri corpi, vite e aspirazioni. Secondo la scienza dell'ecologia, ci sono alcune azioni di base che possiamo implementare per aiutare la natura a ritrovare il suo equilibrio e per far si che nel 2070, la terra sia ancora un luogo accogliente per i nostri figli.”

Link           

Ritratti di una stirpe (2013)

“Recentemente, grazie alla Fondazione Laterna, che concentra i suoi sforzi nell’evidenziare e sensibilizzare le persone a temi sociali ed ambientali, sono andato a visitare un’area lungo il fiume Bogotà, dove i carrettieri (riciclatori dei rifiuti urbani) vivono in tuguri con i loro cavalli, maiali, polli, cani e gatti. Sembra come se una bomba di pattumi, detriti, feci e mosche fosse esplosa. La tristezza, la tossicità e l'espropriazione si intrecciano. L'odore delle stalle, della plastica che brucia è quello del metano del fiume Bogotà (morto), che genera il voltastomaco.  

Voglio vomitare!”

Link         

Sogno Canadese (2013)

“Questo saggio etno-fotografico vorrebbe ispirare un pensiero critico su storie di successo e di disgrazia legate ai processi politici e sociali dell'immigrazione in Canada. La fotografia, in qualità di strumento politico in un Paese che protegge la libertà di espressione come una delle proprie libertà civili, diventa un mezzo per comunicare con i suoi abitanti.”

Link           

Soffiatori di vetro - Bogotà trasparente (2013)

Cronaca fotografica riguardante l'attività dei soffiatori de vetro a sud di Bogotà. Essa è ispirata alla corrente artistica del realismo sociale e cerca di collegare le nozioni di lavoro pesante e onesto, con la nozione di trasparenza nella politica.

Link 

Bambine e bambini che fanno bambini e bambine (2013)
La gravidanza adolescente è diventata un problema di salute pubblica. La mancanza di educazione sessuale e di opportunità per lo sviluppo individuale, la violenza domestica e molti altri fattori contribuiscono al fatto che in Colombia una su cinque ragazze tra i 12 e i 19 anni, rimangono incinte.

Sono state scattate 20 fotografie che fanno riferimento alle gravidanze adolescenziali, foto in cui le donne adulte rappresentano quelle minori. L’obiettivo del progetto è di presentare una mostra itinerante nelle scuole e nei centri culturali, accompagnata da un colloquio istruttivo con i giovani.

Link 

Corrente sacra
L’8 marzo 2013, in occasione della Giornata internazionale della donna, dopo 6 mesi di lavoro, abbiamo esposto un progetto di arti visive il cui scopo era quello di aumentare la consapevolezza sulla violenza contro le donne in Colombia. Abbiamo cercato di focalizzare gli occhi del pubblico sulle donne attraverso le immagini di figure femminili che indossavano maschere disegnate da 7 personaggi --icone maschili della vita nazionale-- che sono stati uccisi.

Durante la mostra ci sono state tre performance legate a questioni di genere, condotte da Alejandra Arciniegas, Ginna Garcia e Tatiana Samper.

Link           Link           Link            Link

Grigri (2011)

Grigri è un termine che si riferisce ad un talismano africano fatto di terra presa da una tomba ed altri oggetti personali utilizzati dai Tuareg per proteggersi. Queste assemblee fotografiche cercano di sollevare una voce di protesta contro coloro che abusano sessualmente dei bambini e rappresenta anche una forma di protezione dei minori.

Link           

Le mura interne del Essere / della città (2010)

"Le città e le comunità sono lo spazio vitale perché gli immigrati ricomincino a vivere. Foreste di edifici sconosciuti dentro e fuori, circondano i nuovi arrivati , mentre gli affetti e i legami con le origini rimangono profondamente radicati nelle loro menti. Per alcuni, l'integrazione può essere meno dolorosa e rappresenta un passo per il successo. Altri invece ci possono mettere diversi anni prima di raggiungere una sensazione di essere "a casa". Altri ancora, devono lottare per avere uno spazio degno nella società che li ospita, vedendolo costantemente però, sgretolarsi sotto i loro piedi, tra le infinite visite ai centri comunitari e alle istituzioni di assistenza sociale."

Link           

Déjeuner chez le monde (2010)

Progetto fotografico sul tema dell'immigrazione in Canada tenutosi a Montreal nel 2010, con il patrocinio di Latinarte e del programma Hors les murs.

La mostra è stata allestita nella Maison de la Culture de Parc-Extension e nel Segal Centre della stessa città, ed è stata selezionata come una delle opere per partecipare alla mostra Canada: Day 1, che avrà una durata di cinque anni a partire dal 2013.

Link        Link

Natura divina (2006)

Durante il 2006 è stato portato a termine un lavoro fotografico grazie alla collaborazione e generosità di modelli professionisti convinti dell’importanza del progetto.

Le fotografie realizzate sono state esposte in Calgary, New York e Montreal, occasioni in cui si sono generate diverse dinamiche sociali e culturali a proposito della pornografia, la sua origine e i suoi effetti nella società patriarcale.

Link        Link        Link


Futuri

Produzione di video clip per raccogliere le testimonianze delle protagoniste in prima persona, delle gravidanze adolescenziali.

Documentario sulla commercializzazione sessuale dei bambini e degli adolescenti in Colombia.